Ore 7.30 del mattino, New York: dopo una sana e proficua dormita, ci siamo alzati di buon ora e siamo scesi per capire cosa l’hotel ci propone per colazione.

Quello che ci si presenta davanti è un classico buffet americano: uova in due modi diversi, pomodori, pancake, salsicette, bacon, e poi si passa a vari tipi di cereali, yogurt, caffè americano e acqua calda per il thè.

Mentre Lina, la mia fidanzata, si limitava ad una scodella di yogurt e cereali, io, per ogni colazione della nostra permanenza in hotel, mi sono “scafonato” due ova in padella + un bel pò di uova strapazzate + pancake + pomodori + bacon e/o salsicette a seconda delle mattine…e verso l’ora di pranzo mi iniziavo a lamentare che sentivo un languorino.

Dopo questa colazione finalmente usciamo e iniziamo a girare con mappa e guida in mano, la nostra faccia da turisti neofiti è ben evidente, inutile tentare di passare inosservati.

Manhattan è diviso fondamentalmente in tre macro aree, la parte bassa (Lower Manhattan), quella mediana (Midtown Manhattan) e quella alta (Upper Manhattan). Girare a casaccio è una perdita di tempo e, in questo caso non ce lo possiamo permettere, quindi, per la giornata di oggi, decidiamo di visitare la parte più a sud, quella dove si ergevano le Torri Gemelle per intenderci.

DAL DIARIO DI VIAGGIO…

9/11 Memorial e 9/11 Museum

Visitare il luogo dove sorgevano le Torri Gemelle è stato bellissimo e molto commovente allo stesso tempo.

Rivedere le immagini di quel drammatico giorno mi ha fatto pensare a quanto sia strano l’essere umano. I gesti estremi che riesce a pensare e realizzare in nome di una fede, di una convinzione, di un credo; il dolore immenso che riesce a provocare ai suoi simili…sono inspiegabili!

One World Trade Center

Un’altra bellissima esperienza è stata salire all’ OWTC (One World Trade Center), conosciuto non ufficialmente come Freedom Tower.

Il grattacielo è alto 541 m pari a 1776 piedi…e non è un numero a caso.

Infatti, nell’anno 1776, fu firmata la dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti.

Per quanto riguarda il OWTC, bisogna ammettere che gli americani sono più avanti di noi. Questo è il grattacielo più alto dell’emisfero occidentale, si può salire fino al 104 °piano e l’ascensore è un concentrato di tecnologia e energia. Come sempre, qui, fanno le cose in grande.

Saliti sull’ascensore, i pannelli laterali e il soffitto, si sono accesi…sono dei grandi monitor, che si animano mostrando ai visitatori che salgono un’animazione 3D spettacolare inerente la costruzione del grattacielo.

Ocolus

Spettacolare da vedere, sia da dentro che dall’alto, l’Ocolus, cioè la stazione metropolitana presente su un lato della Memorial Plaza, la cui forma è stata realizzata ispirandosi agli scheletri dei dinosauri.

Ponte di Brooklyn

Fantastico, romantico, storicamente molto importante, meravigliosamente bello, il Ponte di Brooklyn. Almeno una volta nella vita bisognerebbe avere la possibilità di attraversarlo.

Attraversati o visti in esterno:

– China Town (attraversato a piedi)

– Little Italy (attraversato a piedi)

– The Public Theater (solo in esterno)

– Corte di Giustizia (solo in esterno)

– Corte Suprema (solo in esterno)

– Corte Penale (solo in esterno)

– Municipio (solo in esterno)